STORIA

Fondato nel 1997 come coro liturgico, il Polifonico S. Antonio Abate, si evolve nel giro di pochi anni in coro polifonico e inizia una vivace attività concertistica in rassegne e con scambi corali a livello nazionale e internazionale, curando con minuziosità la preparazione musicale e tecnica dei coristi.

Dal 2001 al 2003, aprendosi al territorio con seminari e corsi di tecnica vocale e prassi esecutiva tenuti da docenti di chiara fama, si delinea l’organico trasformandosi in una solida realtà corale.

Partecipa come ambasciatore della Regione Friuli Venezia Giulia a numerosi concorsi nazionali e internazionali, distinguendosi in varie categorie e vincendo prestigiosi premi.

Tra gli altri si ricordano:

  • 41° e 42° Concorso Nazionale Corale Trofei “Città di Vittorio Veneto” (2006-2007)
  • Fascia Argento al 45° Concorso Internazionale di canto corale “Seghizzi” di Gorizia (2006)
  • 23° Concorso Polifonico Nazionale “Guido d’Arezzo” (2006)
  • “Premio Speciale” per la migliore interpretazione del brano rinascimentale alla 11a edizione del Premio “P. Settimio Zimarino” di Vasto (Chieti) (2006)
  • Fascia Oro al 25° Concorso Nazionale Corale “Franchino Gaffurio” di Quartiano (Lodi) e premio per la migliore interpretazione dei brani rinascimentali (2007)
  • Fascia Oro al 7° Concorso Corale Internazionale di musica sacra e profana “In… Canto sul Garda” (2007)
  • Secondo Premio ex aequo alla 5a edizione del Gran Premio Corale Nazionale “Francesco Marcacci” di Montorio al Vomano (Teramo) (2007)
  • 47° Concorso Internazionale di Canto Corale “Seghizzi” di Gorizia (2008)
  • Diploma di Bronzo al 2° Concorso Internazionale Corale “Città di Rimini” (2008)
  • 15a edizione del Premio “P. Settimio Zimarino” di Vasto (Chieti) (2010)
  • Primo Premio ex aequo alla 9a edizione della Rassegna Corale di Musica Sacra in Monte di Buja (Udine) (2011)
  • Diploma d’Argento, II assoluto, al 4° Concorso Nazionale di Cori di Stresa (Verbania) (2011)
  • 3° posto ex aequo e menzione speciale per il brano “O Sacrum Convivium” di O. Dipiazza aggiudicati al Concorso Corale Nazionale città di Fermo (2013)

Il Polifonico S. Antonio Abate ha compiuto tournée in Spagna, Francia, Repubblica Ceca, Austria, Germania, Slovenia, mette in scena opere con orchestre famose chiamando direttori titolati e importanti nel panorama musicale italiano.

È stato riconosciuto Coro di interesse nazionale dal Ministero dei Beni e Attività Culturali.

Numerosi gli incontri con artisti che hanno determinato la crescita musicale della formazione, tra gli altri si ricordano il compositore Maestro Orlando Dipiazza, che per il Coro ha scritto molte opere originali, il chitarrista Armando Corsi che ha inaugurato un percorso di commistione tra musica colta sacra e musica pop, la cantante Milva, Steve Woodbury, Ilario Lavrencic, Lorenzo Donati, Giorgio Mazzucato, Marco Berrini, Pavel Mercù, Luciano Turato, Pierpaolo Scattolin, Dario Tabia.

Il Polifonico S. Antonio Abate annovera numerosi progetti policorali, in occasione dei quali giunge a visitare compositori e repertori noti e poco noti, vanta, inoltre l’esecuzione di prime assolute di opere di compositori moderni e contemporanei.

In repertorio opere di O. Dipiazza, L. Donati, I. Koloss, F. Liszt, L. Janáček, F. Poulenc, C. Frank, G. Fauré, W. A. Mozart, C. Orff, A. Vivaldi, J.S. Bach.

Il Polifonico ha al suo interno altre due formazioni corali: l’Ensemble Cohors Naonis composta da 12 solisti con un repertorio prevalentemente barocco e il coro da camera Canticum con un repertorio antico di musica sacra e profana cosiddetta “reservata”.

Sono da attribuire al Polifonico S. Antonio Abate l’ideazione e la realizzazione delle rassegne “Itinerari Sonori ” che dal 2015 si è trasformata in Festival Internazionale con cadenza biennale e di “Fiorisce la Musica” un concerto-spettacolo che di anno in anno approfondisce i legami tra la musica e gli altri campi della conoscenza: dai rapporti con la matematica, le neuroscienze, l’antropologia, la fisica, …… NECESSARIE ARMONIE il titolo dell’edizione 2016.

Da gennaio 2016 il Polifonico ha avviato una collaborazione con il Comune di Cordenons per un progetto di educazione alla coralità rivolto ai bambini della scuola primaria. “… Così canto anch’io” è un progetto innovativo che mira a costruire conoscenza e padronanza nell’uso della voce puntando agli aspetti ludico e di socializzazione legati al canto corale.

Il Polifonico S. Antonio Abate, insieme ad altre formazioni corali di rilievo nazionale, ha inciso la «Missa» “Panis quem ego dabo”, del compositore Bernardino Carnefresca detto il Lupacchino dal Vasto. Il traguardo, di alto profilo culturale, ha dato vita alla raccolta edita nel 2011 da “Monumenti Musicali Abruzzesi”, che comprende l’opera omnia del musicista del Rinascimento.

Nel 2012 ha inciso per l’etichetta Rainbow il Requiem KV 626 di W. A. Mozart per coro soli e strumenti antichi diretto dal M.o Marco Berrini.
È in uscita per Basement Record un doppio cd con Le sept paroles du Christ sur la croix di Cesàr Franck e il concerto Note d’Europa con un repertorio vario di autori classici italiani ed europei dal gregoriano al contemporaneo.

Dalla sua fondazione è diretto da Monica Malachin